Archivio attività

Eventi del 2019

Gianfranco Bettin presenta il libro Crakink
Domenica 23 giugno ore 21 spettacolo del coro femminile SonArte diretto da Sonia Mireya Pico
Sabato 15 giugno ore 18 - narrazione e laboratorio per bambini e bambine
Roberto Maccaroni presenta il libro Prometto che ritorno
Angelo Andreotti presenta il libro L'Attenzione
Domenica 30 giugno 2019 dalle ore 10 alle 12 - Laboratorio aperto a tutte le età a cura di Miriam Cariani
lettura in sette puntate di “Le tigri di Mompracem” di Emilio Salgari
Giulio Cavalli presenta il libro "Carnaio"
Biblioteca Popolare Giardino - attività per bambini/ e ragazzi/e nei mesi di luglio e agosto 2019
Wu Ming 1 presenta La macchina del vento
Mirko Orlando presenta il volume Paradiso Italia
Adriàn N. Bravi presenta il suo romanzo L'idioma di Casilda Moreira
la scienza che unisce tutte le numerologie - martedì 15 ottobre 2019
laboratorio partecipato per dialogare sui temi
27 novembre , 4 e 11 dicembre 2019- dalle 18 alle 20.00
Programma di fine 2019 della Biblioteca Popolare Giardino
Il 19 novembre festeggiamo insieme i primi 6 mesi di attività della Biblioteca Popolare Giardino.
presso la Biblioteca Popolare Giardino di viale Cavour 183 - piano terra del grattacielo a Ferrara
di e con Girolamo De Michele

 

Martedì 10 Settembre la Biblioteca Popolare Giardino di Ferrara riapre le porte agli eventi letterari con la presentazione dell’ultimo romanzo di Wu Ming 1, La macchina del vento, edito da Einaudi.

L’incontro è previsto per le ore 21 presso la sala polivalente di viale Cavour 189 (Officina MECA). Per l’occasione dialogherà con l’autore Daniele Lugli, tra i fondatori del Movimento Nonviolento in Italia, autore di molti scritti sul Manifesto di Ventotene e sui legami tra intellettuali antifascisti. Lo studioso sarà, inoltre, affiancato da Maria Calabrese, rappresentante del CIES, docente anche del Liceo Ariosto e referente del progetto “Galeotto fu il libro” nonché socia volontaria della Biblioteca Popolare Giardino.

Con La macchina del vento l’autore torna in veste di solista seguitando l’esperimento di contaminazione tra il genere storico e alcuni aspetti fantascientifici al quale si è dedicato Wu Ming, il celebre collettivo di scrittori del quale è membro.

Ambientato nella Ventotene del 1939, il romanzo intreccia le vite degli antifascisti inviati al confino dal regime, narrandone le condizioni e le lotte. La storia prende forma dall’arrivo sull’isola di Giacomo Pontecorboli che, legatosi col trascorrere dei giorni allo studente socialista ferrarese Erminio Squarzanti, gli rivelerà un importante segreto dal quale potrebbe nascere una grande impresa.

Tra nomi celebri dell’antifascismo italiano (basti citare Sandro Pertini, Ernesto Rossi, Altiero Spinelli) e personaggi di finzione, La macchina del vento è una storia del passato che narra anche il presente.

«Qui a Ventotene vediamo il futuro, mentre nel resto d'Italia non ne hanno la minima idea! E allora chi sono gli isolati? Chi sono i veri prigionieri del loro tempo?»

 

L’autore

Wu Ming 1 è uno scrittore e traduttore italiano.

Membro del collettivo di narratori Wu Ming, è coautore dei romanzi Q, 54, Manituana, Altai, L'Armata dei Sonnambuli, L'invisibile ovunque e Proletkult, pubblicati per Einaudi dal 1999. Come solista è autore di New Thing (Einaudi 2004), Cent'anni a Nordest. Viaggio tra i fantasmi della «guera granda» (Rizzoli 2015), Point Lenana (con Roberto Santachiara, Einaudi 2013), Un viaggio che non promettiamo breve (Einaudi 2016) e La macchina del vento (Einaudi 2019). Dal 2014 dirige per Edizioni Alegre la collana Quinto Tipo, dedicata a narrazioni ibride e non-fiction creativa.