Mirko Orlando presenta il volume Paradiso Italia

Giovedì 19 settembre ore 19 al Consorzio Factory Grisù di Ferrara il fotografo e illustratore Mirko Orlando presenta il volume Paradiso Italia, che raccoglie la voce e le storie degli immigrati clandestini in Italia

 Un fotografo italiano decide di dar voce ai migranti che vivono clandestinamente nel nostro paese. Si accampa con loro, raccoglie le loro storie, fotografa la loro quotidianità, nel tentativo di scavare più a fondo nel cuore del tema immigrazione. Chi sono queste persone? Cosa pensano di noi? Che visione hanno di uno stato di “emergenza” che dura ormai da troppo tempo? Dagli occupanti delle palazzine dell’ex Moi di Torino ai rifugiati delle baracche nella periferia di Ventimiglia, passando da chi tenta una fuga disperata tra le nevi della Val di Susa, fino ai braccianti che si oppongono al caporalato nel ghetto di Borgo Mezzanone, le storie di N, di J, di L raccontate in Paradiso Italia ci permettono di guardare l’immigrazione con occhi diversi, i loro.

L’autore Mirko Orlando per raccontare la propria esperienza dialogherà con:
l'avvocato Massimo Cipolla, dell’Associazione per gli Studi Giuridici sull'immigrazione, e Marco Belli, scrittore, fotografo e direttore di Elba Book Festival.

L’incontro, organizzato da Biblioteca Popolare Giardino, Consorzio Factoy Grisù e Edicola Edizioni, sarà coordinato da Ilaria Baraldi, consigliera comunale.

 L’autore

Mirko Orlando è nato a Napoli nel 1981. Diplomatosi all’Accademia delle Belle Arti di Roma, ha scritto per Gente di fotografia, L’aperitivo illustrato, Illuminazioni, Fotoinfo, Storia e futuro e pubblicato i saggi di antropologia visiva Fotografia post mortem (Castelvecchi), e Towards a general theory of post-mortem photography (Il Mulino). Dopo aver conosciuto il fotografo situazionista Pino Bertelli (che gli insegna a scattare fotografie come si tirano sanpietrini), riprende la macchina fotografica e decide di dedicarsi alla documentazione dei fenomeni di marginalità sociale. Lavora per la stampa periodica nazionale e pubblica alcuni reportage su Barricate, A, Domus, Tracce, e il libro fotografico Il volto (e la voce) della strada (Lindau). Nel suo ultimo lavoro, Paradiso Italia, trova finalmente un equilibrio tra le sue molte “personalità”: un’opera di graphic journalism dove fotografia, illustrazione e scrittura, si fondono e collaborano affinché si possano narrare le trame che definiscono il nostro tempo.