27 novembre , 4 e 11 dicembre 2019- dalle 18 alle 20.00

Spazio Grisù, I piano Sala Convitto - Via Poledrelli 21, Ferrara

Non un ciclo di presentazioni ma di conversazioni con autori che racconteranno le loro esperienze di giovani migranti o studiosi del fenomeno migratorio.

Ad ogni incontro sarà presente l’autore, introdotto da un protagonista della tutela volontaria nella nostra città.

Durante gli incontri potranno essere acquistate copie dei libri dei tre autori.

 primaleggopoiparlo è un ciclo promosso dai tutori volontari di Ferrara che, dal 2015, si sono formati per affiancare ragazzi e ragazze minorenni privi di riferimenti

adulti sul nostro territorio, in gran parte adolescenti stranieri soli, e hanno poi costituito l’associazione “Tutori nel tempo”.

primaleggopoiparlo

Mercoledì 27 novembre 2019, ore 18.00-20.00
Gholam Najafi,
Il tappeto afgano

Profugo, clandestino, immigrato. Gholam è arrivato in Italia a 16 anni aggrappato al vano motore di un camion, dopo un viaggio fitto di incontri e abbandoni, di lavoro minorile e di difficoltà. Era un minore non accompagnato, scappato dopo l’uccisione del padre da una guerra disperata.

Oggi ha 27 anni, vive e lavora a Venezia, si è laureato e scrive libri. Il suo secondo lavoro si chiama “Il tappeto afghano”, sedici racconti dedicati alle donne del suo Paese d’origine.

Il 28 novembre 2019 Gholam Najafi incontrerà gli studenti del Liceo “G. Carducci” di Ferrara.


Mercoledì 4 dicembre 2019, ore 18.00-20.00
Luca Attanasio,
Il bagaglio

Un’inchiesta ricca di fonti, numeri e testimonianze che fanno luce sul fenomeno dei minori stranieri non accompagnati in Italia. Un volume denso di dati, analisi e interviste a ragazzi, operatori, esperti, forze di polizia, organismi di accoglienza e identificazione. Non mancano le storie, vere, che fanno commuovere e rabbrividire, come quella di Keita, che a 13 anni parte dopo la morte dei genitori nella guerra civile in Costa D’Avorio

 Il 5 dicembre 2019 Luca Attanasio incontrerà gli studenti del Liceo Scientifico “A. Roiti” di Ferrara.


Mercoledì 11 dicembre 2019, ore 18.00-20.00
Benyamin Somay,
Il vento ha scritto la mia storia

Benyamin è nato in Kurdistan. A 22 anni, dopo l'arresto da parte della polizia iraniana di un amico anch'egli curdo, combattente partigiano, è costretto a lasciare le proprie radici per cercare salvezza in Europa. Inizia il viaggio tra Turchia e Grecia, Italia e Francia, Danimarca e ancora Italia. Tra gommoni e traversate a piedi. Tra centri di detenzione e la prigionia negli scantinati della criminalità organizzata.

Ora è in Italia, è libero, lavora.

 Il 12 dicembre 2019 Benyamin Somay incontrerà gli studenti dell’ITI “Copernico-Carpeggiani” di Ferrara

 

Attachments:
Download this file (Primaleggopoiparlo.pdf)primaleggopoiparlo[ ]475 kB